“Rotary International Song”
Canzone scritta e cantata dal rotariano
Guillermo Terisotto RC Santa Fe Argentina,
filmato realizzato, con immagini di service
rotariani, da Roberto Candini e Gianni Grandi
del RC Vignola Castelfranco Emilia Bazzano.
DI 2072
 
IL ROTARY CLUB VIGNOLA, CASTELFRANCO EMILIA, BAZZANO
DÀ IL BENVENUTO A TE VISITATORE E SI VUOLE PRESENTARE,
SIA CHE TU SIA ROTARIANO O CHE TU VOGLIA SAPERE
COSA È IL ROTARY

"Il Rotary è un'associazione mondiale di imprenditori e professionisti, di entrambi i sessi, che prestano servizio umanitario, che incoraggiano il rispetto di elevati principi etici nell'esercizio di ogni professione e che si impegnano a costruire un mondo di amicizia e di pace".

Scopo del Rotary è incoraggiare e sviluppare l'ideale del "servire" inteso come motore e propulsore di ogni attività. In particolare esso si propone di:

  1. promuovere e sviluppare relazioni amichevoli tra i propri soci, per renderli meglio atti a servire l'interesse generale;
  2. formare ai principi della più alta rettitudine la pratica degli affari e delle professioni; riconoscere la dignità di ogni occupazione utile e far sì che essa venga esercitata nella maniera più degna quale mezzo per servire la società;
  3. orientare l'attività privata, professionale e pubblica dei singoli al concetto del servizio;
  4. propagare la comprensione, la buona volontà e la pace fra nazione e nazione mediante il diffondersi nel mondo di relazioni amichevoli fra gli esponenti delle varie attività economiche e professionali, uniti nel comune proposito e nella volontà di "servire".

 

Per ogni socio rotariano la prova delle quattro domande

Ciò che io penso, dico, faccio:

  1. Risponde alla VERITÀ?
  2. È GIUSTO per tutti gli interessati?
  3. Darà vita a BUONA VOLONTÀ e a MIGLIORI RAPPORTI DI AMICIZIA?
  4. Sarà VANTAGGIOSO per tutti gli interessati?

 

IL NOSTRO MOTTO È

servire al di sopra di ogni interesse personale

Ci sono nel mondo più di 1.206.000 rotariani che danno vita
a circa 32.554 Club, tra cui il nostro, divisi in 530 Distretti
presenti in più di 168 Paesi.
Il suo prestigio, la sua tradizione e il carisma degli uomini
che lo compongono e lo guidano ne fanno l’unica associazione
non governativa che ha un suo rappresentante al Consiglio delle Nazioni Unite. E tutto nacque in una riunione di quattro amici 113 anni fa!!
L’Emilia Romagna e la Repubblica di S. Marino,
dopo la divisione del Distretto 2070,
dal 1° luglio 2013 costituiscono il Distretto 2072,
mentre i Club della Toscana hanno formato il Distretto 2071.
Il Distretto 2072, che si compone di 54 Club
(51 Emilia Romagna + 1 San Marino + 2 eClub),
tra cui il nostro, al 1° luglio 2018 conta n. 3.056 soci.

 

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player


Luglio 2014 - Guidoncini dei Club del D.I. 2072
a cura di Roberto Candini
R.C. Vignola Castelfranco Bazzano

Il R.C. Vignola Castelfranco Bazzano,
e gli altri 7 Club della Provincia di Modena
(Carpi - Frignano - Modena - Modena Muratori - Mirandola -
Sassuolo e Castelvetro di Modena Terra dei Rangoni)
formano il Gruppo Ghirlandina, che progetta e realizza
service comuni agli otto Club modenesi, tra cui il più importante è
“Il Premio Ghirlandina”, giunto con successo alla 35ª Edizione.

Fiore all’occhiello del Gruppo, per l'annata rotariana 2013-2014
in collaborazione con il Distretto 2072,
è stata la progettazione e realizzazione del Palarotary,
edificio polifunzionale inaugurato il 26 aprile 2014
a S. Antonio di Mercadello, frazione del Comune di Novi di Modena.

A settembre 2018 il Gruppo Ghirlandina presenta,
per il sesto anno consecutivo,
la Lectio Rotary al Festival della Filosofia,
sponsorizzando una interessante Lectio Magistralis.

Governatore del Distretto 2072, per l’annata 2018-2019,
è Paolo Bolzani del Rotary Club Ravenna Galla Placidia
ed il Presidente del Rotary International è Barry Rassin
del Rotary Club East Nassau, New Providence, Bahamas,
che ha scelto come tema dell’annata rotariana 2018-2019:

Barry Rassin, con questo discorso molto significativo, ci presenta una breve storia del Rotary, motivando la scelta del suo tema: «Sin dalla sua fondazione, 113 anni fa, il ruolo del Rotary nel mondo e nella vita dei suoi soci è sempre in uno stato di continua evoluzione. Agli albori, il Rotary offriva ai soci un modo per ritrovarsi in compagnia, creare amicizie e allacciare contatti in seno alla loro comunità. Poco dopo, il service ha trovato posto nel Rotary, e con l’ampliamento della nostra organizzazione, ne ha fatto seguito la sua influenza. Nel tempo, il service del Rotary, finanziato dalla nostra Fondazione Rotary, ha cambiato la vita di famiglie e comunità di tutto il mondo. Abbiamo realizzato partnership e focalizzato il nostro service per accrescere il nostro impatto. Abbiamo lanciato la più grande iniziativa di salute pubblica e privata del mondo, in collaborazione con governi, organizzazioni internazionali e innumerevoli organi delle Sanità locali e regionali per eliminare la polio. Sempre più, i nostri soci sono venuti a cercare non solo amicizia, ma un modo per passare all’azione, per fare del bene nel mondo. Il Rotary è ancora, e sarà sempre, l’organizzazione che Paul Harris ha immaginato: un luogo in cui persone, provenienti da ogni angolo della Terra, possono riunirsi per diventare qualcosa di più grande di loro stessi. Ma oggi il Rotary offre qualcosa che ha un valore singolare e duraturo: la possibilità di far parte di un network globale di persone con il talento e l’energia per cambiare il mondo. Siamo uomini e donne che credono nel potere dell’azione della comunità per avere un impatto globale – e insieme, abbiamo le capacità e le risorse per realizzare quasi tutto ciò che vogliamo. Globalmente, il Rotary è più rilevante che mai, e il suo potenziale per fare del bene è vasto. Purtroppo, il numero di persone che conoscono l’opera e la missione del Rotary non è sufficiente. Anche all’interno dei nostri club, molti Rotariani non conoscono abbastanza il Rotary per sfruttare in pieno ciò che offre l’affiliazione al Rotary. Il service del Rotary trasforma le vite e le comunità. Per trarre maggior beneficio da questo service davvero trasformativo, dobbiamo pensare in modo diverso al nostro ruolo nel Rotary e al ruolo del Rotary nel mondo. Dobbiamo mettere sempre più l’accento sulla nostra immagine pubblica attraverso i social media, per far crescere il nostro effettivo e attrarre i partner in grado di aiutarci a migliorare il nostro service. Dobbiamo concentrarci sui progetti di maggiore portata con un impatto più duraturo, studiando e pianificando attentamente opere che richiedono diversi anni per il loro completamento e vari passaggi del testimone tra i leader rotariani. Fondamentalmente, dobbiamo ispirare il cambiamento positivo, ispirando i nostri club, le nostre comunità e la nostra organizzazione per affrontare le sfide di oggi, con coraggio, ottimismo e creatività. Paul Harris ha dichiarato: “Il Rotary è un microcosmo di un mondo in pace, un modello che le nazioni faranno bene a seguire”. Secondo me, il Rotary non è solo un modello ma un’ispirazione. Ci mostra ciò che è possibile fare, ci ispira a realizzarlo e ci offre un modo per agire nel mondo: “Siate di ispirazione”».

 

 

DISTRETTO 2072 & ROTARY INTERNATIONAL

 

Continua la visita e buon viaggio